Vegetalmente Sani

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter per ricevere le ultime news, le iniziative, i prodotti che stiamo raccogliendo e le proposte di confetture.

    
captcha 

Mangiare più frutta e verdura può ridurre il rischio di ictusMangiare più frutta e verdura può ridurre il rischio di ictus in tutto il mondo, secondo una nuova ricerca rilasciata Giovedi scorso.


I ricercatori hanno scoperto che il rischio di ictus diminuisce del 32 per cento per ogni 200 grammi di frutta consumati quotidianamente e dell'11 per cento per ogni 200 grammi di verdura consumata al giorno.


I risultati provengono dall'analisi di 20 studi pubblicati negli ultimi 19 anni, che forniscono dati di 760.629 uomini e donne che avevano subito 16.981 ictus.


"Migliorare la dieta e lo stile di vita è fondamentale per ridurre il rischio di cuore e di ictus per la popolazione generale", ha detto Yan Qu, MD, autore senior dello studio, direttore del reparto di terapia intensiva del Qingdao Municipal Hospital e professore del Medical College della Università di Qingdao in Cina. "In particolare, una dieta ricca di frutta e verdura è consigliabile perché soddisfa i requisiti di micronutrienti e macronutrienti e di fibre senza aumentare sostanzialmente il fabbisogno energetico complessivo".


I macronutrienti sono carboidrati, proteine e grassi che danno al nostro corpo l'energia, e i micronutrienti forniscono vitamine e minerali.


Un elevato consumo di frutta e verdura può ridurre il rischio di ictus, abbassando la pressione sanguigna e migliorando la funzione microvascolare, hanno detto i ricercatori. Ha anche un buon effetto sull'indice di massa corporea, sulla circonferenza della vita, sul colesterolo, sull'infiammazione e sullo stress ossidativo, fattori che possono influenzare il rischio di ictus.


Gli autori dello studio l'hanno aggiustato per i fattori come il fumo, l'alcool, la pressione sanguigna, il colesterolo, l'attività fisica, l'indice di massa corporea e altre differenze nella dieta.


Un basso consumo di frutta e verdura è diffuso in tutto il mondo, soprattutto nei paesi a reddito basso e medio, hanno detto i ricercatori. Aumentare il consumo di frutta e verdura fino a 600 grammi al giorno potrebbe ridurre il carico dell'ictus causato da coaguli del 19 per cento a livello globale, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità.


In Cina, l'ictus è la principale causa di morte, avendola causata a 1,7 milioni di persone stimate nel 2010. Negli Stati Uniti, l'ictus è la 4° causa di morte e una delle principali cause di disabilità.


L'American Heart Association raccomanda all'adulto medio di mangiare 4-5 porzioni ciascuna di frutta e verdura al giorno, sulla base di una dieta di 2.000 calorie. Una dieta ricca di una varietà di colori e tipi di frutta e verdura è un modo di ottenere i nutrienti importanti che la maggior parte delle persone non riceve mai abbastanza, comprese vitamine, minerali e fibre alimentari. Essi sono anche naturalmente a basso contenuto di grassi saturi.


Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Stroke dell'American Heart Association.

 

 

 


Fonte: American Heart Association  (>English text) - Tradotto da Franco Pellizzari

Riferimenti:  D. Hu, J. Huang, Y. Wang, D. Zhang, Y. Qu. Fruits and Vegetables Consumption and Risk of Stroke: A Meta-Analysis of Prospective Cohort Studies. Stroke, 2014; DOI: 10.1161/STROKEAHA.114.004836

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.